venerdì 19 ottobre 2012

Affari d'amore - Patrizia Violi

TRAMA:Tre generazioni di donne disposte a tutto per vivere nel lusso.
La nonna, Beatrice, reginetta di bellezza d’antan, è la matriarca e con il suo carattere volitivo e cinico detta legge. Ha addomesticato figlia e nipoti al credo di famiglia: meglio non lavorare ma cercare uomini da compiacere e sfruttare. Relazioni senza emozioni e sentimenti per non rischiare di perdere il controllo e di conseguenza anche le entrate.
Isabella, la figlia, ex modella, è mantenuta da un ricco e vecchio fidanzato.
Mentre Angelica, la primogenita, facendo la ragazza immagine, si è accasata con un uomo che ha il doppio della sua età ma un bel conto in banca.
Poi c’è Viola, la sorellina di sedici anni che arrotonda mettendo foto hard sul web.
Le protagoniste di questa storia non si dolgono della loro condizione perchè si considerano emancipate: strumentalizzare gli uomini è un esempio di parità o forse anche di superiorità. Infatti entrambi i soggetti sono consapevoli dell’accordo su cui si basa la relazione: donne trofeo in cambio di un reddito sicuro.
Ma un giorno irrompe un elemento destabilizzante: una delle ragazze si innamora. Il suo cuore congelato dal cinismo delle regole di famiglia comincia a sciogliersi per un bel barista, giovane e spiantato. Uno scandalo per mamma e nonna, che non tollerano questo sciagurato cambiamento di rotta e tentano in ogni modo di riportarla sulla «retta» via. La ragazza abdicherà nel nome dell’interesse famigliare o si toglierà gli anelli di Pomellato per preparare insalate nel bar del suo amore?

PUBBLICATO DA: Baldini & Castoldi

VOTO: 8

GIUDIZIO: Devo dire che sono stata piacevolmente colpita da questo libro che nella sua semplicità ha catturato la mia attenzione. La storia è a volte divertente e  a volte superficiale ma alla fine mostra un processo di crescita che ti fa immedesimare nella protagonista principale: Angelica.
Vediamo coperte tre generazioni; quella di Beatrice,la nonna che ha dato il via a questo stile di vita delusa dall'unica vera storia d'amore della sua vita, quella di Isabella donna over quaranta, figlia di Beatrice, la madre di quella che è poi la protagonista principale Angelica  e che ha deciso di seguire la madre in tutto e per tutto e Angelica, giovane ragazza molto bella che dopo aver intrapreso la  stessa vita della madre e della nonna, comincia a desiderare di più di una  relazione di convenienza.
Che dire, la narrazione è molto scorrevole, una pagina tira l'altra; la storia è ben scritta e spinge il lettore a crearsi un opinione. Qui si respira l' aria viziata di un mondo fatto di opportunismo e dove le belle donne fanno di tutto per vivere nell'agiatezza a scapito del riccone di turno pronto a soddisfare ogni loro capriccio (alla faccia dell'emancipazione).
Insomma qui si vedono lette, in modo originale, le vicende di un mondo che tutti conosciamo bene ma che infondo è ben lontano dalla vita quotidiana dove ci si lega a una persona per amore e non per soldi.
La storia non termina con un vero e proprio lieto fine ma lascia spazio all'immaginazione del lettore. L'unica pecca che  posso dare a questo romanzo è che all'inizio della narrazione sono stata spiazzata dalla scelta della scrittrice di raccontare al tempo presente la maggior parte della storia.