sabato 12 gennaio 2013

Mangia Prega Ama - Elizabeth Gilbert

TRAMA:Liz è bella, bionda, solare; ha una grande casa a New York, un matrimonio perfetto, un lavoro invidiabile. Eppure, in una notte autunnale, si ritrova in lacrime sul pavimento del bagno, con l'unico desiderio di essere mille miglia lontana da lì. Quella notte, Liz capisce di non volere niente di tutto quello che ha, e fa qualcosa di cui non si sarebbe creduta capace: si mette a pregare. Come reagireste se Dio (o qualcosa che gli assomiglia) venisse a toccarvi il cuore e la mente, non per invitarvi alla pazienza e alla rassegnazione, ma per dirvi che avete ragione, quella vita non fa per voi? Probabilmente fareste come Liz: tornereste a letto, a pensarci su. A raccogliere le forze, perché il bello deve ancora venire. Un amarissimo divorzio, una tempestosa storia d'amore destinata a finir male e, in fondo, uno spiraglio di luce: un anno di viaggio alla scoperta di sé. In questo irresistibile diario-confessione, Elizabeth Gilbert ci racconta le tappe della sua personalissima ricerca della felicità: l'Italia, dove impara l'arte del piacere, ingrassa di 12 chili e trova amici di inestimabile valore; l'India, dove raggiunge la grazia meditando in compagnia di un idraulico neozelandese dal dubbio talento poetico; e l'Indonesia, dove uno sdentato sciamano di età indefinibile le insegna a guarire dalla tristezza e dalla solitudine, a sorridere e a innamorarsi di nuovo. "Mangia prega ama" è la storia di un'anima irrequieta, con cui è impossibile non identificarsi.

PUBBLICATO DA: Rizzoli, pg 396

VOTO: 8

GIUDIZIO: Questo libro mi ha piacevolmente sorpresa, mi sono trovata davanti una storia scritta bene  e che con la sua semplicità mi ha  trasportata nel mondo di Elizabeth Gilbert vivendo con lei il suo anno della rinascita, un anno in cui ha lavorato duramente su stessa, affrontando le sue paure per sbocciare di nuovo. 
La narrazione rende tutto  interessante e per nulla noioso, si scoprono tre paesi, con la loro cultura e storia e si impara a comprenderli tramite l'autrice/narratrice (ebbene si è un autobiografia) e spinge i lettori a fare a loro volta un analisi su se stessi per poter poi vivere appieno la propria vita.
In Italia l'autrice riscopre il piacere, in India scopre la fede e infine in Indonesia trova il suo equilibrio...e l'amore. Devo dire inoltre che in questo libro ho trovato una spiegazione interessante di quella che è la meditazione e a che cosa essa porti. Certi eventi sono un po difficile da credere ma la mente umana è uno strumento davvero potente.
Non vi dirò di più perché questo libro deve essere scoperto pagina dopo pagine. Prendetelo in mano e leggetelo vi ci vorranno pochi giorni e penso che alla fine,come è accaduto per me, qualcosa in voi cambierà.