sabato 2 giugno 2012

Lo strano caso del cane ucciso a mezzanotte - Mark Haddon


TRAMA:Il protagonista della storia è Christopher Josh Francis Boone, un ragazzo quindicenne di Swindon. Christopher però non è come tutti gli altri lui soffre di autismo o meglio di una sotto forma di questo disturbo detta sindrome di Asperger, seppur dotato di straordinarie competenze logico-matematiche, la malattia che colpisce il cervello, comporta strani comportamenti come ad esempio il non sopportare di essere toccato, l'odio per il giallo ed il marrone contrapposto all'amore per il rosso, la difficoltà di comprendere gli altri esseri umani.
    Il ragazzo una mattina trova nel giardino della signora Shears, il suo cane, Wellington, morto. L'animale era stato trafitto con un forcone; Christopher, incuriosito, decide di indagare. Interroga tutto il vicinato senza ottenere grandi indizi Nello stesso periodo il giovane Christopher si era messo a scrivere un libro che viene trovato un pomeriggio dal padre del ragazzo che inizia a discutere con lui perché non voleva che il figlio indagasse sull'accaduto, decide così di sequestrargli il monoscritto. Ma già il giorno successivo Christopher trova il suo libro nell'armadio del padre riposto insieme ad alcune lettere indirizzate a lui, il ragazzo scopre così che la madre è viva a differenza di ciò che gli aveva detto suo papà, e memorizza l'indirizzo londinese della donna.                         
     Il padre di Christopher rientra a casa e trova il figlio con le lettere in mano, la stessa sera, Christopher entra nel capanno in giardino, nota degli attrezzi dello stesso tipo del forcone con il quale era stato ucciso il cane, ma non trova il forcone e capisce che è stato proprio suo papà ad uccidere Wellington. Il padre confessa  e spiega che la mamma di Christopher si era trasferita a Londra con l'ex vicino di casa il signor Shears e lui aveva ucciso la bestiola per far soffrire la signora Shears.
   Sopraffatto dalla notizia decide di scappare di casa e di andare dalla madre. Prende  un treno e si nasconde lungo il tragitto; sceso dal treno si dirige dalla madre ed iniziano a raccontarsi tutto ed insieme si trasferiranno a Swindon, ma non nella casa dell'ex marito con il quale il ragazzo ha tagliato i ponti.
    La cosa bella è che Christopher, nonostante la sua sindrome, passerà gli esami di matematica a pieni voti e, nelle ultime righe del romanzo, spiegherà i suoi futuri progetti, quali iscriversi all’università e diventare uno scienziato.

PUBBLICATO DA:Mondadori, 2003, pp. 247

VOTO: 9

COMMENTO:
   I temi principali in questo racconto sono molti: innanzitutto il difficile rapporto tra padri e figli che può portare anche a commettere sbagli grossi; poi il difficile tema della verità, essenziale in un rapporto familiare, ma non sempre facile da mantenere e per il quale Christopher si batte strenuamente. Inoltre è presente il tema della  diversità che comunque condiziona lo sviluppo delle relazioni sentimentali dei genitori sia fra di loro sia con i loro momentanei compagni.