martedì 9 agosto 2011

Il prezzo del sangue - Tanya Huff


TRAMA:La Huff si diverte a giocare con gli elementi che compongono la leggenda dei vampiri, inserendo nella vicenda quell'insieme di sensualità e di pericolosità che fa dei vampiri creature tanto affascinanti.
Vicki Nelson, in passato detective della sezione omicidi della Polizia di Toronto e ora investigatrice privata, è stata testimone del primo attacco sferrato da una oscura forza magica che ben presto scatena il suo regno del terrore. A mano a mano che i casi di morti inesplicabili si succedono, Vicky si trova coinvolta in un'indagine per individuare la fonte di questi attacchi e che la portano a conoscere Fitzroy, un individuo che possiede conoscenze relative a regni che esulano da quello mortale, acquisite nel corso dei secoli che ha trascorso impegnato a dominare il suo personale, insaziabile bisogno, l'avidità di sangue propria di un vampiro...

PUBBLICATO DA:Odissea Vampiri

SERIE: 1° dei Blood Books

VOTO: 8.5

GIUDIZIO:Davvero Bello.
Prima di comperare il libro "il prezzo del sangue" avevo visto la serie completa del telefilm da esso tratto ossia "Blood Ties".
Beh il telefilm di per sè mi è piaciuto molto (in particolare il personaggio di Henry Fitzroy, egreggiamente interpretato da Kyle Schmidt) e la serie libraria non mi ha deluso, anzi.
Ovviamente alcuni particolari sono differenti ma non sono il tipo di persona che pretende che libro e prodotto scenico vadano totalmente di pari passo perche capisco che le esigenze della tv (o del cinema) sono differenti da quelle letterarie.
La Huff ha scritto una storia magnifica storia senza tempo, lasciate che vi spieghi.
Questa storia è stata scritta più di vent'anni fa in un epoca dove nemmeno i cellulari esistevano, ma l'autrice è stata talmente brava a tenere il ritmo della storia che non ci si rende conto delle differenze temporali esistenti e questo è fantastico. Potremmo leggere questo libro tra trent'anni e ci sembrerà sempre una storia attuale.
I personaggi sono convincenti, anche la storia al suo interno è di quelle trame che ti costringono a tenere il libro aperto fino ad arrivare all'ultima pagina.
In particolar modo ho apprezzato i flashback storici che portano indietro la storia ai tempi di Enrico VIII. Magistralmente descritti!
Comprerò assolutamente il secondo volume, e dirò di più, sono ansiosa di leggerlo.