giovedì 18 agosto 2011

Riflessi di un pomeriggio d'inverno - Laura whitecomb


TRAMA: Helen vaga sulla Terra da più di un secolo, esistendo grazie alla vicinanza di ignari umani: è uno spirito, e cerca di lenire l'inquietudine che la tormenta a causa di qualcosa accaduto in un passato ormai lontano. Mentre si trova in una cittadina della provincia americana, nella classe del professor Brown, Helen scopre che James, un'entità ultraterrena e inquieta come lei, si è impossessato del corpo di uno studente, Billy Blake, che si era trovato in bilico tra la vita e la morte. Lo sguardo del ragazzo incontra gli occhi di Helen, segue i suoi movimenti, indugia sul suo volto. E così, solo per James, per la prima volta dopo un tempo infinito lei non è più invisibile. In preda a un'emozione esaltante, comprende che la sua esistenza sta per cambiare. Non le sembra vero di poter finalmente parlare con qualcuno che riesce a vederla e sentirla, e tra i due si accende un'irresistibile attrazione. Ma Helen vuole anche ricominciare a sentire profumi, sapori, insomma, quelle sensazioni umane che le mancano terribilmente. E, soprattutto, si strugge dal desiderio di poter toccare James. Per farlo, c'è un unico modo: deve trovare un corpo in cui abitare, proprio come è successo al suo amato.

PUBBLICATO DA: Sperling & Kupfer

VOTO: 8

GIUDIZIO:Meraviglioso.
Di una intensità e delicatezza incredibile. Lo amo davvero! La storia Tra James e Helen è cosi Bella che quasi fa star male. Sono d'accordo a chi lo Paragona a Twilight, perché ha la sua stessa magia. La storia è resa ancora più bella ed eterna dalle essenze di "Luce" dei due protagonisti... quell'esenza che gli permette di far vivere il loro amore al dilà dei confini della morte. Io mi sento di consigliarla a chi ha uno spirito romantico e a chi dopo Twilight volesse provare a cambiare leggermente il genere continuando però a provare gli stessi sentimenti.
davvero Bello