giovedì 15 marzo 2012

I consigliati dal Blog n.4

Eccoci tornati a una rubrica che a me farebbe piacere trovare in qualsiasi sito di letteratura: I consigliati dal Blog.
Oggi a consigliarci dei titoli da non perdere è Antonio Ionata, appassionato lettore e caro amico. Ma non perdiamoci in chiacchiere e veniamo al sodo:



Patrick Rothfuss - Il Nome del vento:

"Ho percorso alla luce della luna sentieri di cui altri temono di parlare durante il giorno. Ho parlato a dèi, amato donne e scritto canzoni che fanno commuovere i menestrelli. Potresti aver sentito parlare di me".
L'autore Patrick Rothfuss al suo esordio letterario con questo libro ci trascina in un immagginario fantasy abbastanza classico,dove troviamo scuole di magia maghi re principesse e tutto quello che la fantasy più tradizionale puo offrire.
Il protagonista Kvothe il leggendario si è ritirato a vita solitaria, sotto mentite spoglie gestisce una taverna come un normalissimo locandiere che si fa chiamare Kote quando ormai sicuro di essere riuscito a lasciare il suo passato alle spalle irrompe nella sua locanda Cronista che dopo anni di ricerche è finalmente riuscito a trovare il volto di chi si nasconde dietro numerose leggende Kvothe il senza sangue,Kvothe l'assasino di re,Kvothe che conosce il nome del vento e si dice che il vento risponda ai suoi ordini...cosi dopo un confronto verbale i due si siedono ad un tavolo e Kvothe decide di raccontare per intero la sua vita in modo che la verità sul suo conto venga finalmente alla luce anche se una pesante taglia cade su di lui colpi di scena e sorprese non tarderanno ad arrivare.
Questo libro è consigliato a tutti, non ci si puo far scappare un libro che trasuda epicità avventura e soprattutto sentimenti da ogni pagina,lo stile narrativo quasi sempre in seconda persona è fluido e avvincente l'autore descrive un personaggio vero che prova sentimenti veri come in pochi altri sono riusciti a fare una lettura per me quasi obbligata.

Clive Barker - Abarat:

Abarat è il nome di un regno incantato dove per puro caso si ritrova Candy Quackenbush ragazzina come tante che un giorno svolgendo delle ricerche per la scuola in mezzo ad un campo a miglia e miglia di distanze dal mare nell Minnesota trova un molo abbandonato,involontariamente attiva una magia che evoca il mitico mare d'izabella,in questo mare vi sono ventiquattro isole e ogni isola corrisponde ad una diversa ora del giorno qualche isolotto e una venticinquesima misteriosa isola;Candy conoscerà personaggi incredibili che solo la penna di Clive Barker può partorire. Non fatevi trarre in inganno dalla copertina di questo libro che potrebbe sembrare un libro per ragazzi perchè non lo è per nulla Clive Barker in queste pagine ha riscritto a modo suo Alice nel paese delle meraviglie macabro,fantasioso a volte divertente banale ma sempre maturo. E' un libro che vi terrà incollati dalla prima all'ultima pagina e le sorprese non mancano mai Barker ha creato un mondo parallelo al nostro davvero unico e tutto da scoprire.

Clive Barker - Cabal:

Aaron Boone un ragazzo come tanti da diverse notti non riesce a dormire sogni inquietanti popolano la sua mente tanto che decide di rivolgersi ad uno psichiatra Decker, quest'ultimo gli rivela che negli ultimi mesi la polizia è  a caccia di un efferato serial killer e dopo un attenta analisi lo psichiatra dichiara ad Aaron che lui potrebbe essere l'artefice di quegli omicidi. Il ragazzo atterrito da quell'informazione decide quindi di tentare il suicidio al quale scampa miracolosamente,portato in ospedale fa la conoscenza di un misterioso  personaggio Narcisse, costui rivela ad Aaroon l'esistenza di un luogo per "persone speciali" ma solo se sei degno ti accettano un posto per mostri creature della notte chiamato Midian.Aroon decide quindi di fuggire dall'ospedale determinato a raggiungere questo posto ma ormai la polizia è sulle sue tracce guidata dallo psichiatra Decker che mette in trappola Aroon fuori dai cancelli di Midian qui Aroon viene ucciso dagli agenti della polizia,il suo corpo viene portato in obitorio ma scompare misteriosamente. Clive Barker chirurgo dell'inferno in questo romanzo crea un vero e proprio pantheon di creature immaginarie Midian è una specie di porta dell'inferno altresi della mente umana dove vi sono ranghi e regole che se non si vuole infrangere l'equilibrio bisogna rispettare. Il romanzo è un bel mix  thriller horror comunque un classico nel suo genere consigliato agli appassionati di horror quello vero ormai libri cosi non se ne vedono più da anni.

 James Barclay - La compagnia del corvo:

Il corvo, cosi si fanno chiamare un gruppo di temibili mercenari composti da sei uomini ed un elfo abilissimi combattenti,che mettono al servizio dei baroni la loro capacità distruttiva in guerra o battaglie.Durante una normale operazione Ras uno di loro viene ferito a morte da un mago oscuro decisi a vendicare la morte dell'amico inizia un inseguimento senza tregua all'interno delle mura del castello fin quando il corvo non si trova senza saperlo in una dimensione parallela al cospetto di un drago,con il quale hanno una conversazione psichica,approfittando della distrazione il mago oscuro Denser ruba un amuleto custodito dal drago che va su tutte le furie;Il drago è imprigionato in un altra dimensione ma promette che un giorno si vendicherà dell'affronto subito il corvo sotto shok si rimette sulle tracce del mago e una volta catturato questo spiega loro che l'intera terra di Balaia dove si svolge il romanzo è in pericolo un oscuro vecchio e antico male si sta risvegliando.
Questo romanzo lo consiglio per chi si avvicina alla letteratura fantasy in quanto è semplice scorrevole carico di colpi di scena e l'autore si mostra coraggioso anche nelle scelte di morte dei personaggi infatti fin dalle prime pagine la prima cosa che colpisce è l'audacia dell'autore e la bravura nel creare colpi di scena e situazioni inaspettate per cui se leggete fantasy da quando siete nati lasciate questo libro ai meno esigenti oppure se volete una lettura semplice e poco impegnata questo è il libro che fa al caso vostro.