giovedì 29 marzo 2012

La rosa del farmacista - Candace Robb

TRAMA:Anno del Signore 1363. Due morti misteriose sconvolgono la placida città di York, sepolta sotto un gelido manto di neve: un pellegrino senza nome e un soldato di nobili origini al servizio dell'Arcivescovo muoiono nell'abbazia di St.Mary. Stesso luogo, identici sintomi. A indagare sugli oscuri delitti viene chiamato il brillante Owen Archer, ex-arciere, rampollo di una nobile famiglia decaduta, che, sotto le mentite spoglie di apprendista, si intrufola nella bottega del farmacista per dipanare un groviglio di inquietanti segreti.


PUBBLICATO DA: Piemme edizioni


VOTO: 7.5


GIUDIZIO: Ho già introdotto questo libro in un post a sé nel quale mi dicevo affascinata dal genere thriller medioevale. Alla fine di questa lettura posso dire che le mie aspettative non sono state deluse. Quello che ho letto è un thriller romanzato  per così dire, non vi è il ritmo incalzante dei gialli contemporanei fatti di analisi, raccolta prove, indagini stile c.s.i. ma la narrazione si svolge in maniera diversa e il mistero si dipana lentamente ma anche con attenzione e cura.
Mi è piaciuto molto questo connubio, l’autrice è stata brava inoltre a tessere il background sembrava proprio di camminare e muoversi nelle strade della York del quattordicesimo secolo. La descrizione dei personaggi è ben fatta e anche le relazioni che si intrecciano tra di essi, il tutto appare plausibile e in più la narrazione si veste di scorrevolezza e piacevolezza. La bravura della scrittrice è innegabile, continuerò sicuramente questa saga!